Il Bramito del cervo

17-18-19 ottobre 2014

.

 

 

Il bramito del cervo nella Foresta del Cansiglio da fine settembre a fine ottobre. Una notte nei boschi del Cansiglio a spiare i cervi in amore e ascoltare il loro bramito. Vi piacerebbe inoltrarvi nei boschi in silenzio e nella semioscurità per andare a osservare ed ascoltare, da lontano e con discrezione, i rituali di accoppiamento? Se gli innamorati in questione sono cervi, si può fare. Basta salire in Cansiglio nella stagione degli amori. Si potrà essere spettatori di un avvenimento di sicura potenza evocativa.

  • Dove

La foresta del Cansiglio è un paradiso incontaminato adagiato in una conca naturale che domina la pianura veneto-friulana, circondata da rilievi ammantati di splendidi faggi ed abeti. Un luogo per certi versi aspro, la cui natura carsica si manifesta nella presenza di doline, inghiottitoi e voragini di grande suggestione. Il Cansiglio è un luogo abitato fin da tempi antichissimi, che riserva sorprese anche a chi ama la storia e le tradizioni locali e che offre un’ampia gamma di attività sportive, dal trekking al golf.

    • La stagione degli amori dei cervi

Ogni anno nel periodo autunnale i cervi maschi, che solitamente vivono in gruppetti monosessuali, si separano per sfidarsi a suon di bramiti e cornate e prevalere sui vecchi compagni per potersi riprodurre. Camminando per i boschi, in questo periodo si odono suoni strazianti e di intensità impensabile...sono i bramiti degli ungulati che, durante la stagione degli amori, sono avvicinabili con maggior facilità perchè distratti dalle femmine. Può capitare di scorgere anche un solo cervo maschio con 5 o anche 10 cervo femmine intorno. Esso solitamente si sposta sui pendii o nei prati dove può procacciarsi cibo ed è pronto in ogni istante ad ingaggiare battaglia (succede raramente) contro i suoi rivali con l'ausilio del robusto palco di cui è dotato.

  • Vita, morte e miracoli dei cervi.

Dopo questo mese di bramiti, le femmine si separano dai maschi maturi e, con i maschi più giovani, cercano un luogo sicuro e tranquillo dove passare i primi periodi della gestazione. Prima della nascita di un piccolo cerbiatto (è un caso raro che ne nascano due, ma può succedere) dovranno passare 260 giorni. I cerbiatti rimarranno con la madre finchè non inizierà una nuova stagione degli amori e verranno scacciati dai cervi adulti. I piccoli cerbiatti potranno cominciare a procreare solo dal terzo anno di maturità. L'aspettativa di vita di un cervo può variare dai 10 ai 15 anni.

 

    • Come prepararsi all'escursione

Prima di intraprendere un'escursione per ascoltare il bramito del cervo e magari osservarlo, ricordatevi di preparare uno zainetto con acqua e cibo per un'eventuale spuntino. Indossate vestiti comodi e caldi (le temperature in montagna sono sempre più fresche durante la notte!), scarpe comode e magari anche un cappello di lana. Per facilitare l'osservazione dei cervi, procuratevi un binocolo (più luminoso che potete!) e, se siete appassionati di fotografia, una macchina fotografica provvista di teleobiettivo e cavalletto!

Programma di massima:

Venerdì 17/10 incontro degli equipaggi in Cansiglio, nel luogo stabilito (parcheggio nel verde)

Sabato mattina ore 9,30 passeggiata al villaggio cimbro di Vallorch e visita libera

.

Vallorch è uno dei villaggi cimbri dell'altopiano del Cansiglio. È compreso nel comune di Fregona (provincia di Treviso). Il villaggio fu fondato attorno alla metà dell'Ottocento da Vigilio e Celeste Azzalini di Val Bona, esponenti della comunità cimbra locale. Il luogo era ideale per la tipica attività degli scatoleri (fabbricanti di scatoi, scatole in legno) in quanto abbondava di faggi di buona qualità. Divenne presto uno dei principali abitati del Cansiglio, contando una quindicina di costruzioni e circa sessanta abitanti. Fu distrutto da un incendio appiccato dai tedeschi in fuga al termine della prima guerra mondiale e una seconda volta a seguito di un rastrellamento di nazi-fascisti durante la resistenza partigiana (settembre 1944), sorte che toccò anche agli altri villaggi di Le Rotte, Pian Osteria e Campon. Fu poi ricostruito al termine del conflitto. Verso la metà del Novecento il villaggio risultava quasi completamente abbandonato in quanto i residenti si erano in gran parte trasferiti a Osigo e a Fregona. Oggi conta un solo residente ma tende a popolarsi durante il periodo estivo. Le baite, interamente di legno, hanno mantenuto le caratteristiche tipiche del nord Europa e sono soggette alla tutela dei Beni Ambientali. Come Le Rotte, si trova al limitare della Riserva Statale Campo di Mezzo-Pian di Parrocchia

pranzo libero

Sabato pomeriggio ore 14,00 con accompagnatore, in passeggiata visita al museo ecologico Zanardo

A Pian del Cansiglio sorge il museo ecologico "G. Zanardo". Nato nella seconda meta degli anni '60 grazie all'ispettore Forestale Giovanni Zanardo, il piccolo ma esauriente museo, conserva al suo interno reperti naturalistici riguardanti l'altopiano. Vi sono custodite fotografie che documentano i fenomeni carsici, animali imbalsamati, una serie di fossili rinvenuti in zona e una collezione di stampe illustranti i diversi aspetti della foresta. II museo è aperto in estate tutti i giorni. Di particolare rilevanza sono le collezioni di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e insetti che abitano l'area del Cansiglio e Col Nudo-Cavallo.

 

successivamente, sempre in passeggiata, visita al "bus de la lum", inghiottitoio carsico o foiba.

.

.

Bus de la Lum. Foiba infame e discussa. Sull’estremo confine del Friuli-Venezia Giulia, pochi metri al di qua del Veneto, si apre un inghiottitoio naturale profondo 180m: il Bus de la Lum. Esplorato la prima volta nel 1924 dalla Società Alpina delle Giulie, nel 1949 l’Autore portò il suo Gruppo a una riesplorazione, trovando sul fondo i resti di parecchi infoibati. Un anno dopo, su incarico del Ministero Difesa-Esercito, lo stesso Gruppo dei triestini riportò in superficie quanto restava di ventotto salme, sospendendo il recupero per la presenza di alcune bombe inesplose. La narrazione riesce a scavare nel dolore di una madre, emblema di tutti i parenti di infoibati, un sentimento di commossa rassegnazione e consente di sperare in una totale pacificazione etnica con gli Slavi, oggi auspicata ma non ancora pienamente realizzata.

.

quindi, prima delle ore 18 partenza per l'escursione a piedi, sempre insieme all'accompagnatore, alla ricerca dei cervi maschi. L'escursione si protrae per tutto il periodo del tramonto e probabilmente oltre. Portare alimenti per la cena al sacco.

Rientro ai camper

Sveglia al mattino presto, per un'altra battuta di "caccia" (facoltativa).

Quindi ore 9,30 partenza per un giro in bici su stradine sterrate quasi pianeggianti. Percorso tra i boschi di 15-20 km di cui 3 su strada provinciale.

Pranzo libero, ma se il meteo lo consente suggeriamo la tradizionale tavolata tra i camper.

Fine gita, saluti e baci e rientro a casa.

 

Scheda di adesione:

 

Il Bramito del cervo

17-18-19 ottobre 2014

Chiediamo di partecipare alla manifestazione in oggetto, organizzata da Canaletto ASD associazione sportiva dilettantistica. 

Abbiamo letto tutte le informazioni e possediamo le dotazioni di seguito elencate.

Camper di:(nome, cognome)..............targa.........   

indirizzo.................citta'.........................................

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">mail   .................................................

cellulare.............................

Altri partecipanti:(nome, cognome età)....................................

 

Iscrizione equipaggio con due persone adulte €uro 30,00. Ogni altra persona adulta €uro 10,00. Studenti e minori gratuiti

Nel costo dell'iniziativa sono compresi i servizi elencati nel programma di massima. I parcheggi non sono attrezzati con C/S e non sono custoditi. Obbligatorio avere i servizi del camper funzionanti e autonomia per l'intero week end.

Nei costi dell'iniziativa NON sono compresi eventuali trasporti, pranzi e cene.

 

Iscrizione aperta a tutti i possessori di Camping Card . Se non la possedete, potete richiederla sul posto, costo €uro 15 a equipaggio e sarà valida per tutto il 2014.  

Possiedo già la  Camping Card International Numero....dell'associazione.. 

 

 

Dotazioni necessarie e regole associative da rispettare in questa uscita: 

 

 

Il programma è realizzabile con la partecipazione minima di 10 equipaggi. 

Possono partecipare equipaggi dotati di un camper oppure di una roulotte che disponga di tutti i servizi igienici perfettamente funzionanti

Il club, il direttivo e tutti i volontari che si sono resi utili declinano ogni responsabilita' per eventuali danni occorsi a persone, mezzi e animali derivanti dalle attivita' organizzate. Ogni socio deve farsi carico del proprio operato nel pieno rispetto di persone, ambiente e realta' visitate. Il programma e i costi possono subire modifiche. 

Il programma del viaggio è in via di preparazione, per essere informati gratuitamente sui nostri viaggi o argomenti che trattiamo pubblicamente, scrivete una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. chiedendo di essere inseriti nella nostra mailing-list e Vi saranno inoltrati settimanalmente tutti gli aggiornamenti del "Canaletto".

amichevolmente

Luigi

 

Canaletto ASD 

Via Barbariga 85 35010 Vigonza PD

tel. 049.8097296 cell.347.4893124

www.canalettocamperclub.com

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  .