Olanda 2018, bici tra i fiori

21-04 / 01-05

Primavera in Olanda tra tulipani e mulini a vento

Il miglior periodo per visitare l’Olanda è la primavera, stagione perfetta per ammirare questa fantastica terra, ricca di fiori dai colori magnifici e pervasa da un’atmosfera festosa e allegra. In questo periodo, infatti, i prati sono verdeggianti e pieni di fiori, è molto piacevole fare una passeggiata all’aperto, o in bicicletta e assaporare il clima mite di questo periodo con una sosta tra i mulini oppure inseguendo un canale lungo le sconfinate ciclabili.

La primavera olandese è accolta ogni anno con molto piacere dai cittadini, che si ritrovano  a sedere nei bar all’aperto per godersi l’aria frizzante e tiepida dopo un inverno lungo e rigido. Il primo giorno di primavera olandese è curiosamente chiamato la Giornata della gonna, nome derivato dal fatto che le donne olandesi mettono a nudo le gambe proprio in questo primo giorno di primavera, vi è l’abitudine di trascorrere ore liete e spensierate nei parchi fioriti in sella a una bici o sui pattini.

L’Olanda è una terra dai colori fantastici, tra tulipani e mulini la vista è davvero mozzafiato, rilassante e ideale per escursioni indimenticabili, dove sole e mare si intersecano per regalare emozioni infinite.

Programma di massima:

1  21/04 sabato Incontro in campeggio a Kinderdijk e pernotto.

Immagine correlata

Nei dintorni di Dordrecht, in un meraviglioso ambiente ricco d'acqua, sorgono i mulini a vento di Kinderdijk. Diciannove magnifici mulini, costruiti intorno al 1740, fanno parte di un più vasto sistema di gestione delle acque volto a prevenire le inondazioni. Oggi simboleggiano l'attività di controllo delle acque dei Paesi Bassi e, nel 1997, hanno ottenuto il riconoscimento di patrimonio mondiale dell'UNESCO. I mulini di Kinderdijk furono costruiti allo scopo di mantenere asciutto il bassopiano Alblasserwaard. Eretti uno di fronte all'altro, rappresentano un'icona olandese. È possibile inoltre ammirare i numerosi corsi d'acqua, argini, mulini e chiuse e scoprire come gli Olandesi sfruttano l'acqua a proprio vantaggio da oltre mille anni.

22/04 domenica Giro in  bici ore 9,30 partenza per Kinderdijk e visita, quindi spostamento a Rotterdam con la bici in battello (facoltativo), visita libera della città. Rientro in bici oppure in battello. Notte all'area di sosta di Kinderdijk.

Risultati immagini per rotterdam olanda

Rotterdam è la seconda città più grande dei Paesi Bassi e ha una personalità diversa da tutte le altre città olandesi. Grazie al suo impressionante skyline, Rotterdam è nota anche come la 'Manhattan sulla Mosa'. L'imponente porto di Rotterdam è il porto più grande d'Europa nonché uno dei cinque porti più grandi del mondo. Da un punto di vista architettonico e culturale, Rotterdam spicca a livello mondiale per i suoi numerosi musei, attrazioni e festival. Questa città vivace e dinamica offre un'impareggiabile scelta di negozi, ristoranti e bar. In passato Rotterdam era una città operaia e questo ha lasciato un'impronta nella mentalità locale, caratterizzata da onestà e impegno.

23/04 lunedi in camper spostamento a Gouda e visita libera, possibile assistere al mercato del famoso formaggio. Spostamento a Delft. Ore 14,00 visita guidata della cittadina medievale. Consigliata la visita del Vermeer Centrum (museo pittore storico). Notte in campeggio a Delft.

Risultati immagini per delft olanda

Delft è una città davvero molto bella dell’Olanda. Fuori dalle rotte classiche di Amsterdam, Rotterdam e Utrecht, Delft brilla per la sua storia, le sue tipicità e la sua cultura, qui infatti visse Jan Vermeer, il famoso pittore de “La ragazza col turbante” che tutti noi conosciamo grazie al film “La ragazza con l’orecchino di perla”.

24/04 martedi Giro in bici a Leiden e visita libera (A/R 44 km). Possibile alternativa spostamento in camper. Tempo permettendo prendiamo il treno (facoltativo) per L'AJA (Den Haag), consigliata la visita libera del centro e del parlamento. Rientro e notte in campeggio a Delft.

Risultati immagini per l'aia olanda

Vredespaleis è il palazzo della Pace de L’Aia. Al suo interno ospita la Corte Internazionale di Giustizia, la Corte permanente di arbitrato, l’Accademia del Diritto Internazionale e la biblioteca. Il palazzo della Pace de L’Aia ha aperto ufficialmente il 28 agosto 1913 con lo scopo di dare una casa simbolica alla Corte permanente di arbitrato – un tribunale creato per far finire la guerra a seguito del trattato alla Conferenza di Pace dell’Aja 1899. Il progetto del palazzo della Pace de L’Aia prevedeva inizialmente due grandi torri davanti e due più piccole dietro. Ma per rispettare il budget di spesa, l’architetto francese Louis M. Cordonnier e il suo socio olandese Van der Steur hanno dovuto rivedere il disegno. Così l’attuale palazzo della Pace de L’Aia è nato solo con una torre grande e una piccola e la libreria che avrebbe dovuto essere separata dal resto dell’edificio ne fa invece parte. Anche i giardini progettati Thomas Hayton Mawson sono stati privati per lo stesso motivo economico delle sculture e delle fontane come erano stati pensati.

25/04 mercoledi In camper spostamento a  Keukenhof e visita del parco floreale (facoltativo, biglietto singolo € 18,00 ,bimbi 4/17 €8,00) park a pagamento in loco € 6,00. Notte all'area di sosta di Amsterdam (senza W/C e docce, solo C/S).

Risultati immagini per keukenhof 2018 apertura

La primavera olandese è fatta di fantastiche fioriture che possono essere ammirate nei campi della zona intorno a Lisse, come in tante altre aree del paese,  ma soprattutto in quello che è considerato uno dei parchi più belli del mondo: il Keukenof. Il bellissimo fiore che è diventato simbolo indiscusso di questa nazione è originario della Turchia ed ha fatto il suo ingresso sul Mare del Nord intorno al Cinquecento trovando da subito in questi fertili terreni  l’habitat ideale per il proprio rigoglioso sviluppo. Da marzo fino ai primi di maggio la campagna olandese si tinge dei mille colori dei tulipani in fiore ma è dalla metà alla fine di aprile che si raggiunge il momento culminante per ammirare questo spettacolo della natura. E’ possibile fare tante belle in passeggiate in bicicletta per immergersi in questo scenario multicolore ma per apprezzare al meglio le tante varietà di tulipani esistenti e le fantastiche sfumature  è d’obbligo una visita al al famoso parco botanico situato nei pressi di Lisse.

26/04 giovedi In Bici (oppure a piedi) visita guidata della città di Amsterdamm. Possibile gita in battello, facoltativa da prenotare sul posto. Notte all'area di sosta.

Risultati immagini per Amsterdam

Amsterdam è la capitale e la maggiore città dei Paesi Bassi, nella provincia dell'Olanda Settentrionale. La municipalità di Amsterdam ha 851.573 residenti (al 2017) di oltre 170 nazionalità, mentre la popolazione che risiede nell'area metropolitana è di circa 2.289.762 persone. L'area al centro della città circondata dai canali del XII secolo è dal 2010 Patrimonio dell'umanità. Amsterdam possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l'Europa. Numerose costruzioni che risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, conosciuto anche come Secolo d'oro, sono ora considerate monumenti storici e sono collocate intorno ad una serie di canali poligonali concentrici. Questi cingono il vecchio porto che un tempo era affacciato sullo Zuiderzee, oggi un lago separato dal resto del mare e noto con il nome di IJsselmeer. La città è famosa per ospitare il Rijksmuseum (museo statale), il museo Van Gogh, il Concertgebouw, il Rembrandthuis, la casa di Anna Frank e un enorme numero di biciclette. Amsterdam è anche famosa per il suo quartiere a luci rosse, il De Wallen, e i suoi numerosi coffee-shop autorizzati alla vendita di marijuana e di derivati della cannabis.

27/04 venerdi Giornata libera ad Amsterdamm. Ricordo che oggi è la festa del Re, tipica dell'Olanda, molto frequentata e vissuta, anche in modo trasgressivo.

Il Giorno del Re i residenti e i visitatori si immergono nel divertimento all'aperto di Amsterdam. Nelle strade, lungo i canali, nei parchi e ovunque ci sia spazio, esplode il più grande street party dell'anno.

Sera trasferimento e pernotto al campeggio di Edam.

28/04 sabato In bici (o in camper) spostamento ad Alkmaar e visita libera. Al mattino c'è anche il mercato del formaggio. I ciclisti si preparino alle ore 9,00. A/R km 60. Notte al campeggio di Edam.

Immagine correlata

29/04 domenica In bici verso i paesi di pescatori di Monnikendam, Volendam, Marken, e rientro, km 25. Nel tragitto in bici visiteremo anche un'azienda produttrice di formaggio e prodotti agricoli. Chi desidera puo' spostarsi in camper, ci sono ampi parcheggi. Possibili acquisti di souvenir e cena al ristorante di pesce.

Risultati immagini per marken olanda

Fino al 1957 la barca era l'unico mezzo per raggiungere questa isoletta a sud del grande lago (artificiale) di IJsselmeer. L'isolamento dovuto alle difficoltà di interagire con la terraferma avevano preservato la piccola comunità che si era insediata su questo fazzoletto di terra e che viveva quasi esclusivamente di pesca; la costruzione della grande diga di Afsluitdijk nel 1932 (che precluse l'accesso al mare provocando la nascita di un gigantesco lago acqua dolce) e poi della strada rialzata nel 1957, cambiò la sua storia: adesso il villaggio vive prevalentemente di turismo e si potrebbe quasi dire che è diventato un museo a cielo aperto. Le sue casette in legno verniciate in prevalenza di verde (o di nero), con il caratteristico frontone triangolare, sono l'attrazione principale grazie a quel loro fascino che sembra catapultato intatto dal passato.

Notte al campeggio di Edam.

30/04 lunedi Spostamento in camper a De Zaanse Schans, parcheggio in loco e visita libera. Pomeriggio In bici con Luigi verso Haarlem. Visita libera di Haarlem e di Cruquius nei campi di fiori coltivati. 

Risultati immagini per De Zaanse Schans

Zaanse Schans è una delle attrazioni turistiche più popolari nei Paesi Bassi, essendo molto vicina ad Amsterdam. Poiché è un sito abbastanza grande, non sembra molto affollato, anche in alta stagione. La maggior parte degli edifici sono stati trasportati qui da altrove, sono stati tutti meticolosamente restaurati, rendendolo un sito molto carino, è una ricreazione idealizzata di un villaggio olandese dalla fine del XIX secolo.

Fine Gita, si parte per il rientro.

01/05 martedi prosegue il rientro in Italia.

Inoltrateci una preadesione non impegnativa via mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Costi e programma definitivo a breve. Luigi 347 4893124